Digital Divide

CIF, ha scelto di occuparsi del “digital divide” che, anche secondo i dati europei, colloca il nostro Paese tra quelli con le percentuali più basse di collegamento in rete.
CIF, ha scelto di occuparsi del “digital divide” che, anche secondo i dati europei, colloca il nostro Paese tra quelli con le percentuali più basse di collegamento in rete.


Milano, 25 gennaio 2021


Il C.I.F. – Centro Italiano Femminile – Metropolitano di Milano ha da subito aderito al progetto Women go digital”, promosso dalla Consulta Femminile di Milano a cui aderisce. 

Fin dalla presentazione dello stesso, ha scelto di occuparsi del “digital divide” che, anche secondo i dati europei, colloca il nostro Paese tra quelli con le percentuali più basse di collegamento in rete.

Situazione che rischia di emarginare la popolazione più fragile, come gli anziani o peggio quella parte di paese non ancora dotata delle strutture necessarie.

 

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel corso del suo discorso programmatico ha detto che si è arrivati a 16 milioni di collegamenti, compresi quelli del mondo del lavoro. E’ vero che ogni pc può avere più utenti, ma tra 16 milioni e 60 quanti sono gli italiani, la strada è ancora lunga. Egli stesso ha sottolineato l’esigenza di intervenire sia sulla formazione che sulle strutture. 

 

Come C.I.F. ribadiamo quindi l’impegno a promuovere in questo settore, e in collaborazione con la Consulta, corsi di formazione di base, sperando che ci sia il sostegno delle istituzioni.  



C.I.F. Metropolitano di Milano

Maria Teresa Coppo

Favorites

Browser upgrade Recommended
Our website has detected that you are using an outdated browser that will prevent you from accessing certain features.
Use the links below to upgrade your existing browser.